Il Thema Studio soffre, ma torna alla vittoria

Thema Studio – Spaccio Occhiali Vision 3-2 (23-25, 25-14, 25-19, 18-25, 15-13)

Giocare contro chi non ha nulla da perdere non è mai semplice, ma nonostante una partita sottotono in cui si è vista una buona pallavolo solamente nel secondo e terzo set, le torrine sono riuscite a tornare al successo, con il servizio di Dalla Pozza decisivo nel finale di match.

Il Thema Studio ha giocato con Munari e Moltisanti in banda, Dalla Pozza e Battistella al centro, Guerra al palleggio in diagonale con Savioli nell’avvio e conclusione di match, Carraro per il resto della partita, con Sacchetto e Gazzerro ad alternarsi nel ruolo di libero.
Dopo pochi scambi si capisce subito che non è giornata, nonostante questo le torrine tengono la testa avanti per quasi tutto il primo set, respingendo il primo attacco delle avversarie (16-17), ma non riuscendo ad opporsi nel secondo, con le trevigiane che hanno pareggiato i conti con un ace sul ventitreesimo punto, conquistato il set-ball nello stesso modo e chiuso alla prima occasione.
Le incertezze delle biancoverdi continuano anche nel secondo set, poi un muro di Munari e due ace di Battistella danno la carica giusta, con Dalla Pozza e Moltisanti che allungano ancora e le ospiti che regalano il +7, vantaggio incrementato ancora nel finale.
Per la prima volta le biancoverdi partono avanti nel terzo set, continuando spedite per la loro strada fino al 21-12, poi qualche errore fa riavvicinare Codognè fino al 22-18, ma Moltisanti non ci sta e va a chiudere il set, con le torrine che ripartono alla grande anche nel quarto: 6-0. Le ospiti accorciano, il Thema Studio riallunga per il 13-8, poi però arrivano troppi errori e le avversarie ritrovano fiducia, andando a firmare un pesante break di 7-0 che manda in tilt le biancoverdi.
Il Thema Studio riordina le idee e riparte bene, andando al cambio di campo sul +3 con un ace di Moltisanti, ma con lo stesso fondamentale le trevigiane ribaltano per il 9-11. Entra Giulia Compagnin per il giro dietro, Munari pareggia a quota 11 e Dalla Pozza al servizio fa rimettere alle sue la testa avanti nel momento più importante, servendo bene anche la palla successiva e regalando a Moltisanti il rigore della vittoria.