Il Thema Studio ritrova il buon gioco e il sorriso

Thema Studio – Volley Mareno 3-1 (25-16, 25-23, 18-25, 25-16)

Il Thema Studio torna al buon gioco e alla vittoria contro il Mareno, riuscendo a ritrovare la concentrazione che si era un po’ persa nell’ultimo periodo, che si è tradotto in un limitato numero di errori che ha permesso alle biancoverdi di tenere a distanza e controllare le avversarie.
Terzo set a parte… ma le torrine non si sono abbattute, hanno iniziato a reagire già nel finale dello stesso ed hanno poi proseguito l’escalation nel quarto, ritrovando il sorriso e una buona dose di sicurezza nei loro mezzi.

Cetsari manda in campo Guerra al palleggio in diagonale con Fanin, Moltisanti e Pasa in banda, Battistella e Dalla Pozza al centro, Sacchetto libero.
L’avvio è convincente, con Guerra che mura per l’8-5, Pasa che incrementa in attacco e Moltisanti a muro: 17-11. Le torrine esprimono un buon gioco in tutti i i fondamentali, con Dalla Pozza che allunga a muro poco prima del 25-16 finale.
Il Thema Studio torna in campo con Munari opposto ed i primi punti sono delle trevigiane (0-3), con le biancoverdi che però non stanno a guardare e con Pasa al servizio pareggiano sul quinto punto, portando avanti di uno poco dopo. Il Maremo risponde mettendo in difficoltà la ricezione, con Cestari che stoppa il gioco sull’8-12; le avversarie allungano ancora di uno, poi le torrine reagiscono e si avvicinano. Fanin entra in seconda linea per Pasa e Moltisanti pareggia sul 17-17 con un be mani-out. Dalla Pozza lascia il campo dolorante, entra Clemente e Pasa riporta il Torri avanti sul 21-20, andando lei stessa a chiudere alla seconda occasione.
Nel terzo set le torrine hanno ancora qualche difficoltà in ricezione, con Giorgia Compagnin che entra in cabina di regia sul 5-7, ma non è solido neanche l’attacco: 6-15. Lo svantaggio arriva a toccare le 12 lunghezze, poi entra Giulia Compagnin che con un ottimo turno al servizio facilita il lavoro alle compagne, con il Thema Studio che ritrova convinzione e recupera terreno accorciando fino al 18-23 e “preparando il terreno” per il set successivo.
Il Mareno ci prova, si porta avanti con un ace sul 7-8, ma Moltisanti non ci sta e ribalta, con Clemente che al servizio spacca poi definitivamente il set: dal 13-12 al 18-12. Le torrine non guardano più in faccia nessuno e proseguono determinate per la loro strada fino