Il DS Tagliabue sullo stop dei campionati

Come tutte le società, anche l’US Torri è stato colpito dallo stop dei campionati. Rispetto a molte altre realtà del territorio, però, tutte le squadre biancoverdi disputano – come da nota federale – tornei di interesse nazionale. Di conseguenza, al di là del settore promozionale, tutti gli allenamenti stanno proseguendo.
“La possibilità di continuare ad allenarsi – commenta il Direttore Sportivo Dario Tagliabue – è una notizia positiva. E la negatività dei test sierologici che le ragazze della Serie B1 e della C hanno effettuato nei giorni scorsi conferma che stiamo lavorando bene, nel rispetto dei protocolli. Il mio ringraziamento va dunque a tutta la famiglia Torri per l’aiuto reciproco nel permettere la prosecuzione delle attività”.
Sul fronte dei campionati Tagliabue è sicuro: “Se i campionati dovessero cominciare, l’obiettivo imprescindibile sarebbe portarli a termine. Non importa se – come ormai sempre più probabile – in forma ridotta, l’importante è che le ragazze abbiano la certezza di potersi allenare e giocare con continuità, senza l’angoscia di continui stop o rinvii. Dal mio punto di vista, dunque, piuttosto che falsare le competizioni con gare a singhiozzo, meglio fermarle tutte fino a quando la situazione non diventerà chiara e poi giocare con criteri di vicinorietà, quadrangolari, playoff, ecc. con l’obiettivo di iniziare e concludere la stagione. Il risultato sportivo passerebbe in secondo piano, ma il segnale di continuità permetterebbe alle ragazze di non gettare al vento un’ulteriore stagione”.
Allo stato attuale tutti i campionati territoriali e regionali sono fermi fino al 29 novembre, mentre per la Serie B1 non sono arrivate ulteriori indicazioni dopo il rivio delle prime due giornate. Il torneo dovrebbe dunque cominciare nel weekend del 22 novembre. Condizionale d’obbligo, visti i tempi.