Buon gioco e primo punto per la B2

Orotig Peschiera Ponti – US Torri 3-2 (25-20, 25-22, 22-25, 23-25, 15-13)

Arriva il primo punto in B2 per le torrine di Radice-Gemo, che nel mantovano riescono a recuperare dal 2-0 contro una squadra ben organizzata, “fermandosi” solo sul 15-13 del tie-break.
E’ sicuramente un punto guadagnato, con le biancoverdi che hanno saputo lasciarsi alle spalle la “non partita” dell’esordio e scendere in campo decisamente con un’altra mentalità, esprimendo un gioco di altissimo livello con intensità ed aggressività.

Torri in campo con Curti al palleggio in diagonale con Bortolamedi, Munari e Bertin in banda, Tomiello e Canella al centro, Pinato libero, sostituita poi a partire da metà del primo set da Fanin.
Le biancoverdi commettono qualche errore di troppo in avvio in tutti i fondamentali e si trovano così subito ad inseguire le padrone di casa, che trovano il massimo vantaggio sul 15-9, punteggio sul quale Radice chiama il suo secondo timeout. Munari e muro e Bertin in attacco accorciano, ma le torrine soffrono in ricezione e tornano a -6. Ne finale due muri di Munari valgono il 23-20 della speranza, ma non basta.
Nel secondo set si gioca con una marcia in più e con belle giocate di Bortolamedi e Canella il Torri si porta sul 6-10. L’Orotig accorcia con un paio di ace, rosicchia il vantaggio delle biancoverdi a pareggia prima a quota 19 e poi a 22, martellando per il break di 4-0 finale.
Ancora biancoverdi avanti in avio di terzo set, con le padrone di casa che pareggiano sul decimo punto e Canella che al servizio riconquista il triplo vantaggio, ancora una volta recuperato dalle mantovane, che mettono la freccia sul 20-19. Questa volta le torrine non stanno a guardare e con un finale all’insegna di Bortolamedi conquistano il primo set della stagione.
Il quarto set è molto simile, con il Torri che prova a scappare e viene ripreso in più occasioni, l’ultima sul 18-18. Curti dai 9 metri riconquista il break sul 20-22 e le biancoverdi riescono a mantenerlo fino alla fine, con Bortolamedi che alla seconda occasione porta la partita ad un combattuto tie-break. L’Orotig va al cambio di campo avanti di uno e incrementa subito al servizio, arrivando fino al 12-8. Radice stoppa il gioco e al ritorno in campo le torrine premono sull’acceleratore, con Curti che mura e Munari che attacca, ma l’aggancio non riesce. Munari annulla la prima palla set, le padrone di casa fanno da sole per la seconda, ma all’ultima occasione riescono a portarsi a casa la fetta più grande della torta, lasciando alle biancoverdi comunque un buon punto dal quale partire.

Sono molto contento, è stata una prestazione di squadra, con Bortolamedi e Munari che a tratti hanno trascinato la squadra, Bertin e Fanin che sono state dei capisaldi in seconda linea, Tomiello e Canella che hanno toccato moltissimo a muro rallentando i palloni e permettendoci di organizzare al meglio il contrattacco – commenta coach Radice –
Il lavoro che stiamo facendo in palestra inizia a vedersi; siamo indietro su molto aspetti, ma è buon punto di partenza e non c’è rammarico per il punto perché sì, abbiamo recuperato, ma siamo sempre stati sotto.
Adesso dobbiamo solo rimboccarci le maniche e lavorare duramente per prepararci ai prossimi scontri”.