Il bilancio della stagione… pensando alla prossima

E’ finita da 2 settimane la stagione agonistica 2018/2019, mentre allenatori ed atlete hanno trasferito gli allenamenti ai camp estivi, è tempo di bilanci e programmazione per la prossima stagione.

E’ stata una stagione molto faticosa, ma anche ricca di soddisfazioni non solo dal punto di vista dei risultati, perche non è da confondere l’agonismo con il percorso di crescita delle atlete: i risultati sono importanti, perché facciamo pallavolo e non attività da oratorio, ma non sono tutto – esordisce il Direttore Tecnico Maurizio Radice, che con le 207 partite “dirette” quest’anno ha battuto ogni suo precedente record.

“Rispetto 3 anni fa, quando combattevamo a livello regionale solamente con le più grandi, abbiamo fatto passi importanti: a livello provinciale abbiamo dominato in tutte le categoria, compreso in under 12 dove non c’è una finale, e raggiunto un buon 14° posto con l’under 13 Joy; a livello regionale abbiamo raggiunto due finali con under 13 e under 14, l’under 18 è stata battuta solamente dal San Donà che al momento sono più attrezzati di noi e l’under 16 comunque è arrivata tra le prime 8. A questo si aggiunge il terzo posto in under 14 dell’under 13, che non “ha voluto” fare un campionato solamente per fare esperienza; la seconda divisione salvata dall’under 14; la promozione sfiorata dalla serie D che per lungo tempo è stata in testa al campionato, battendo anche 2 volte il San Donà che poi ha vinto il titolo regionale under 16 e ottenuto il 4° posto nazionale e la grande crescita anche della B2 che ha più che con un’impostazione del lavoro e la crescita dei tecnici ha più che raddoppiato il record di punti precedente (che non sono bastati per la salvezza, ma hanno permesso il ripescaggio).
4 atlete hanno partecipato al trofeo delle zone, 4 a quello dei Territori, e una sta affrontando in questi giorni il Trofeo delle regioni… Non posso che essere soddisfatto, anche se non abbiamo qualificato l’under 16 e l’under 18 alle fasi nazionali: ci siamo già confrontati sugli aspetti da migliorare, facciamo un passo alla volta, perché Roma non è stata costruita in 3 giorni
“.

Sono contento, ma sono anche consapevole che c’è ancora tanto da migliorare.
Il lavoro di studio e programmazione per la prossima stagione è già iniziato e cambieremo ancora qualcosa dal punto di vista della preparazione atletica e tecnico-tattico
”.

In tanti mi hanno fatto i complimenti, ma io senza Torri e senza tutto lo staff non avrei fatto nulla, quindi ancora una volta ringrazio tutti lo staff, i dirigenti, Valter, Dario, Michela, il presidente, tutti quelli che ci supportano in palestra… Manuela, mia ancora di salvezza che mi aiuta a rimanere focalizzato sul mio compito. Ringrazio la preparatrice Monica Filia, che ci ha seguito e fatto molto anche quest’anno e che purtroppo non collaborerà più con noi per i troppo impegni.
Grazie a tutti i genitori, perché se abbiamo la possibilità di lavorare in maniera serena con le giocatrici dal 9 ai 18 anni è perché prima ci sono anche loro che le educano ad un sano impegno sportivo.
Grazie a tutte le atlete: hanno fatto i numeri per quel che concerne la loro crescita e mi hanno insegnato che molti limiti sono nella nostra testa e non sono reali: sono sempre state presenti, non si sono mai abbattute, hanno affrontato le difficoltà con il sorriso e questo ha aiutato anche nei miei momenti di difficoltà e anche le più grandi si sono sempre messe a disposizione e ci hanno dato tanto anche dal punto di vista umano… anche con i loro pianti e sofferenze
”.

Un ultimo pensiero va alle 2001: ragazze splendide, alcune delle quali seguo da piccolissime, come Rachele, che ho allenato a Trento in under 14. Grazie per quello che fatto per Torri, con me e con il resto dello staff, e auguro che la loro carriera possa andare nel miglior modo possibile e che raggiungano i loro obiettivi nella vita, non solo sportiva”.

Al saluto e all’imbocca al lupo alle atlete che hanno concluso il loro percorso giovanile si unisce anche il DS Dario Tagliabue, il cui pensiero va soprattutto a chi ha vissuto più stagioni in biancoverde “Valentina Vultaggio è stata sempre con noi, dal minivolley fino alle B2, riuscendo a vivere le emozioni di tutte le finali nazionali: under 14, under 16 e l’anno scorso l’under 18. Nardelli e Marchioro erano arrivate 3 anni fa: la prima andrà a Vigevano in B1, la seconda è contesa dalle B2 vicentine, mentre Berta, che ha fatto 4 anni con noi, è stata voluta dal Castellana in serie C”.

A tutte, una buona estate e un augurio di tornare in palestra cariche per continuare con entusiasmo il loro percorso di crescita.